Made of stars: l’Italia vola nella space economy

L'Italia nello spazio: i record della nostra "Space Economy" - PCA Consultative Broker

Chi l’avrebbe detto! L’Italia è… nello spazio! Il nostro Paese si posiziona al secondo posto per incidenza della ricerca e sviluppo, al quarto per l’export e settimo nel G20 per budget di spesa pubblica nel settore spaziale in rapporto al Pil. È quanto emerso dal report di Intesa Sanpaolo sulla space economy.

Nel giorno in cui persino la Presidente della Commissione Europea si congratula per la notevole crescita dell’economia italiana, il report firmato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo ci fa volare davvero nello spazio!

Secondo questi dati, l’Italia vanta un buon posizionamento competitivo nella space economy: al secondo posto per incidenza della ricerca e sviluppo, al quarto per l’export e settimo nel G20 per budget di spesa pubblica in rapporto al Pil.

Lo spazio sta diventando un tema sempre più centrale nel dibattito economico e sociale, considerata la sua strategicità per lo sviluppo futuro dei Paesi. Con l’ingresso di un numero sempre maggiore di attori privati, le opportunità che arriveranno dal settore spazio sono moltissime. Secondo la Space Foundation, il valore generato dalle attività connesse alla space economy è risultato a livello mondiale pari a 447 miliardi di dollari nel 2020, il doppio di quello realizzato solo dieci anni fa.

Nonostante la crescita degli investimenti del settore privato, le risorse pubbliche rappresentano ancora (anche per i prossimi anni) il driver di sviluppo più rilevante. L’Italia si posiziona in settima posizione tra i Paesi del G-20 per budget di spesa pubblica nel settore spaziale, in rapporto al Pil, e al secondo per incidenza della R&S pubblica in tema spazio sul totale (al 2020 circa 1,5 miliardi di euro), evidenziando il ruolo che lo spazio riveste nell’interesse nazionale.

I progetti legati alla space economy stanno crescendo velocemente e con essi i servizi assicurativi che in futuro dovranno rispondere a queste nuove necessità. A cominciare dai lanci satellitari diventati sempre più numerosi da quando Elon Musk ha dimostrato che è possibile riutilizzare la tecnologia spaziale, a partire dagli stessi satelliti. «La nuova sfida per l’industria assicurativa sarà sviluppare un’offerta adeguata e all’avanguardia per un settore in forte espansione», spiega Gerardo Di Francesco, segretario generale di Italian Insurtech Association (IIA) che calcola il valore del mercato assicurativo della space economy in Italia tra i 10 e 20 milioni di euro di premi al 2030.

Anche l’attenzione posta allo spazio nel Pnrr e nell’accordo bilaterale tra Roma e Parigi, così come la recente nomina di Milano per l’organizzazione del Congresso astronautico internazionale nel 2024, confermano questo interesse e la consapevolezza della strategicità della filiera.

Con una quota sulle esportazioni mondiali del 6,9% (media 2015-2019, dati in dollari correnti), l’Italia si posiziona al quarto posto tra i principali leader del settore, dopo Stati Uniti, Francia e Germania, evidenziando un miglior posizionamento rispetto al dato dell’intera economia, dove il nostro Paese con un peso di circa il 3% occupa la nona posizione nel ranking internazionale.

Anche in termini di attività innovativa l’Italia evidenzia un buon risultato, collocandosi al quinto posto tra i principali Paesi brevettatori, con una quota del 4,1% sui brevetti mondiali afferenti alla space economy (anni 2013-2018), che si raffronta con l’undicesima posizione per il totale brevetti, rivelando una buona specializzazione nelle attività spaziali, come conferma anche l’indice RTA (Revealed Technology Advantage), su valori superiori a 2, ai primi posti tra le principali economie.

Un altro aspetto che risulta dalla fotografia dei principali settori coinvolti è la forte multidisciplinarietà che caratterizza la filiera: la space economy è infatti un mondo in cui convive una varietà di attività differenti. Questo elemento di commistione tra settori e specializzazioni produttive favorisce anche la collaborazione tra i diversi soggetti, spinti a lavorare congiuntamente mettendo a fattor comune le proprie conoscenze e competenze.

Infine, sono in crescente sviluppo alcuni dei possibili trend tecnologici futuri dell’economia dello spazio, dal turismo spaziale allo sviluppo di nuovi processi produttivi in assenza di gravità, che offrono spunti per riflessioni ulteriori. Le enormi potenzialità economiche legate alla space economy spingono verso una nuova corsa, che porterà alla definizione anche di nuovi equilibri geopolitici e che renderà necessario anche un rinnovato framework normativo.

Siamo a vostra disposizione per continuare e approfondire la conversazione su questo tema e sull’innovazione nel campo delle assicurazioni compilando la form qui sotto – per contribuire a ridurre il costo dei rischi per le vostre aziende trasformando il rischio in opportunità di crescita.

Se invece volete scoprire la nostra storia di innovazione e assistenza su misura del Cliente, vi invitiamo consultare la nostra presentazione: link 

Seguite anche il nostro profilo Twitter per seguire le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione!

    I have read the Privacy Policy*

    I give my consent for the purposes set out in point 2 of the Privacy Policy

    Categories
    Archives
    2022 (81)
    2021 (87)
    2020 (93)
    2019 (101)
    2018 (73)
    2017 (6)