L’insurtech si impegna contro le discriminazioni

No alle discriminazioni - PCA Consultative Broker

Oggi all’apice dell’attenzione pubblica, la lotta contro le discriminazioni arriva anche nel mondo assicurativo. A farsene portavoce è un’azienda insurtech americana che annuncia l’eliminazione, entro il 2025, dei punteggi di credito come fattore per decidere le tariffe delle assicurazioni auto.

L’uso dei punteggi di credito e di altri fattori demografici, come l’occupazione e l’istruzione, per definire la tariffa di una polizza auto incidono negativamente sulle comunità storicamente svantaggiate, sugli immigrati e su coloro che lottano per pagare grandi spese mediche. Le persone con un punteggio di credito basso, anche se sono i conducenti più sicuri sulla strada, vengono penalizzate per un importo di 1.500 dollari o più in pagamenti annuali di premi.

 Si cerca sempre di più di diffondere la convinzione che i buoni conducenti dovrebbero pagare meno per l’assicurazione poiché hanno meno probabilità di incorrere in incidenti. L’eliminazione dei punteggi di credito è un passo importante e necessario per smantellare pratiche industriali fuori tempo e rendere l’assicurazione auto più equa.

LE ASSICURAZIONI AL CENTRO DELL’INCLUSIONE

L’esempio di questa azienda americana si inscrive in un movimento più ampio che è ben rappresentato dal festival “Dive In” con cui l’industria assicurativa si apre all’inclusione e alla diversità per valorizzare talenti, compresi genere, identità di genere, età, background culturale, orientamento sessuale, mobilità sociale, fede, responsabilità assistenziali, salute mentale e menomazioni fisiche.

Dive In promuove le migliori pratiche per tutto l’anno in termini di diversità e inclusione con strumenti e consigli che culminano in un festival annuale di tre giorni a settembre. Gli eventi sono ospitati in compagnie assicurative di ogni tipo e dimensione, in tutto il mondo, dove PCA partecipa insieme ai big player come Aon Italia, AXA XL, ASSITECA, Chubb, Generali Italia, Lloyd’s, Marsh Italia e Willis Towers Watson.

Dopo il Covid-19, la comunicazione e l’inclusione, il bisogno di consolidare e valorizzare ogni forma di talento, tutto ciò è passato da “fondamentale” a “vitale”. Con questa edizione all-digital, Dive In apre ulteriormente le sue finestre sull’inclusione creando nuove condizioni per lo sviluppo.

Per informazioni, vi invitiamo a consultare la pagina dedicata sul sito di ANRA:

 

Possiamo individuare tanti modi in cui la nostra consulenza ed esperienza trentennale di broker assicurativo può supportare iniziative importanti come queste: per iniziare, i nostri esperti sono a vostra disposizione compilando la form qui di seguito.

Se invece volete scoprire la nostra storia di innovazione e assistenza su misura del Cliente, vi invitiamo consultare la nostra presentazione: scaricate qui  

Seguite anche il nostro profilo Twitter per seguire le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione e la lettura!

    I have read the Privacy Policy and give my consent to data handling*

    Categories
    Archives
    2020 (78)
    2019 (101)
    2018 (73)
    2017 (6)