Covid-19 e phishing: la nuova trappola

Covid-19 e Phishing: le assicurazioni salute nel mirino - PCA Consultative Broker

È recentemente venuta alla luce una nuova campagna di phishing che propone falsi aggiornamenti delle assicurazioni sanitarie per la copertura da Covid-19.

LA FINTA EMAIL CHE RUBA I DATI PERSONALI

Questa azione illegale è l’ennesima campagna di “phishing” che sta cavalcando cinicamente l’onda della pandemia da Coronavirus e finge di fornire un’assicurazione sanitaria per poi sottrarre credenziali per l’accesso all’home banking e dati sensibili.

Il “phishing” è un tipo di frode che ha l’obiettivo di rubare l’identità di un utente. Solitamente, quando il reato si realizza, l’hacker ha l’obiettivo di appropriarsi di alcune informazioni come, per esempio, il numero della carta di credito, password, informazioni relative ad account o altre informazioni personali. La modalità d’attuazione consiste nel convincere l’utente a fornire i propri dati con falsi pretesti.

Le vittime ricevono un’email che propone l’aggiornamento della loro vigente polizza assicurativa sanitaria che è destinata a ricomprendere nelle garanzie assicurate anche la copertura per il Covid-19 in modo da destare il sicuro interesse da parte del destinatario che viene invogliato a seguire l’iter indicato. Cliccando sul pulsante che consente di completare il pagamento dell’importo, le vittime, sono reindirizzate ad un sito di phishing con successiva sottrazione e perdita del denaro versato.

In alcuni casi i Cyber criminali hanno addirittura imitato in modo molto verosimile una comunicazione del direttore esecutivo di una Compagnia assicurativa relativa a nuovi piani assicurativi per la copertura del nuovo virus. Cliccando sul tasto per la visualizzazione del documento informativo gli utenti sono stati reindirizzati a un sito malevolo con conseguenze facilmente immaginabili.

IL “FIREWALL” DELLE ASSICURAZIONI

Le principali Compagnie assicurative nazionali e straniere si stanno attivando per proporre coperture assicurative Cyber Crime sempre più ampie e pertinenti ai rischi che il mondo del web palesa con statistiche in costante aumento.

In particolare, si raccomanda l’utilizzo di antivirus e di aggiornare questi ultimi regolarmente, di non aprire gli allegati dei messaggi di posta elettronica se non dopo averli esaminati con l’antivirus, di non fornire nelle chat i propri dati personali e ancora di scegliere una password, sicura, e di non comunicarla a nessuno.

Proprio per questo motivo è fondamentale prestare particolare attenzione alle e-mail che, solitamente, si posizionano nella posta indesiderata o spam e che, in qualche modo, cercano di appropriarsi delle informazioni sopra citate.

Così come per il Covid-19, è vitale l’impegno e la responsabilità personale. Come PCA, aggiorniamo regolarmente i nostri clienti e partner sui rischi delle comunicazioni online sollecitando sempre un controllo preciso e puntuale delle email non sicure o che richiedono dati. Con il gioco di squadra si possono debellare i virus – informatici e non.

 

Possiamo individuare tanti modi in cui la nostra consulenza ed esperienza trentennale di broker assicurativo può supportare iniziative importanti come queste: per iniziare, i nostri esperti sono a vostra disposizione compilando la form qui di seguito.

Se invece volete scoprire la nostra storia di innovazione e assistenza su misura del Cliente, vi invitiamo consultare la nostra presentazione:

Seguite anche il nostro profilo Twitter per seguire le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione e la lettura!

    I have read the Privacy Policy and give my consent to data handling*

    Categories
    Archives
    2020 (87)
    2019 (101)
    2018 (73)
    2017 (6)