L’arte: come assicurare un’opera?

L’arte: come assicurare un’opera?

L'arte: come assicurare un'opera? - PCA Consultative Broker

Premessa fondamentale: le assicurazioni, nel loro significato più nobile, si occupano (e preoccupano) di proteggere un valore – dalle persone agli oggetti. Al giorno d’oggi, in un contesto così ricco di rischi e incertezze, anche un’opera d’arte è un valore da assicurare.

PCA a più riprese si è già interessata di arte sostenendo in qualità di sponsor iniziative e mostre per favorire l’incontro tra aziende, arte e territorio. Assicurare è spesso un’arte, ma come funziona l’assicurazione per un’opera d’arte? Non è esattamente la stessa cosa di assicurare un’automobile o un altro oggetto. Ecco perché.

PERCHÉ ASSICURARE UN’OPERA D’ARTE

Il valore di un’opera d’arte non si misura solo in termini monetari perché – in caso di smarrimento, danno, furto – c’è in ballo un valore molto più esteso.

Ci sono molti fattori in gioco quando si tratta di assicurare un’opera d’arte: trasporto, dogana e spese per la messa in sicurezza possono causare costi elevati, per non parlare delle spese di viaggio. Anche nel caso in cui un sinistro non intacchi minimamente le opere d’arte, non bisogna dimenticare le spese per l’adozione di misure d’emergenza, come l’installazione di vetrine ad hoc. Con un’assicurazione per opere d’arte anche tali costi sono coperti. Pertanto è facile comprendere come la caratteristica numero uno di una polizza assicurativa per opere d’arte debba essere la flessibilità nell’adattarsi a gestire molteplici condizioni, per proteggere anche l’opera più preziosa. Studiate ad hoc per musei, restauratori, case d’asta, galleristi ma anche collezionisti privati e artisti, le polizze assicurative per opere d’arte, spesso di valore inestimabile, vengono definite anche coinvolgendo consulenti d’eccezione quali storici dell’arte e professionisti quotati.

NUMEROSE ALTERNATIVE DI POLIZZE

Orientarsi tra tante proposte non è però sempre facile.  Le compagnie assicurative, infatti, hanno studiato negli anni una grande varietà di prodotti diversi, in grado di offrire la copertura più adeguata per ogni tipologia di bene artistico, e che si adattano alle esigenze specifiche del soggetto a cui sono rivolte e quindi clienti privati, pubblici oppure istituzioni.

Esistono anche polizze per una singola opera, per mostre ed intere collezioni. I casi in cui può rivelarsi necessaria la stipula di un’assicurazione, d’altronde, possono essere veramente tanti. Può servire se un’opera necessita di restauro oppure se ha perso valore in seguito ad alcuni danni subiti. Ma un’assicurazione per l’arte può essere utile anche nel caso in cui un collezionista, al pari di un artista, debba trasportare un’opera da un luogo ad un altro.

Ci sono addirittura soluzioni assicurative per tipologie di opere d’arte, come dipinti, manufatti artistici, strumenti musicali di pregio, veicoli di interesse storico, considerando un’ampia fascia di protezioni che va dai casi più classici, come il furto o l’incendio, alle tutele nel caso in cui l’opera venga danneggiata o vada perduta durante un trasferimento, offrendo coperture parziali o addirittura totali. E non sono rari i casi in cui le compagnie assicurative mettono a disposizione dei clienti consulenze specialistiche per inquadrare con precisione il valore del bene da assicurare, realizzando inventari, effettuando ricerche o semplicemente stimando l’opera che si intende assicurare.

TIPI DI CONTRATTO

Il mercato assicurativo offre di norma due tipologie contrattuali nel caso di polizze d’arte: polizze a rischio definito/nominato oppure polizze all risks.

Alla prima categoria appartengono le polizze tradizionali dove risulta ben evidente l’elenco dei rischi che si assume l’assicuratore. La copertura si riferisce espressamente a quanto viene descritto in polizza. Invece la copertura delle polizze “all risks” include tutti i rischi, ad eccezione di quanto viene escluso esplicitamente nel contratto. Questa seconda formula è la preferita per l’alto valore aggiunto che presenta, la trasparenza con cui viene proposta e la facile interpretazione anche per chi vanta meno esperienza nel settore dell’arte.

 

L’assicurazione per gli oggetti d’arte è un mondo da esplorare e questo è solo il primo passo. L’innovazione è la parola chiave di PCA. Ma innovazione non è solo corsa al futuro. È anche capacità di dare nuova e maggiore sicurezza alle fonti di valore – come un’opera d’arte.

 

Per conoscere in dettaglio la nostra consulenza strategica e i nostri servizi innovativi, potete consultare la nostra presentazione: link di download

Siamo sempre a vostra disposizione per una valutazione preventiva del rischio della vostra azienda: basta contattarci.

Vi invitiamo a seguire anche il nostro profilo Twitter per conoscere le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione!

Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e presto il consenso al trattamento dei dati*