Il valore fondamentale delle assicurazioni

L'incredibile storia dell'assicurazione contro la pandemia - PCA Consultative Broker

La pandemia ha profondamente trasformato le priorità e i punti di riferimento di ognuno di noi, e indubbiamente ha messo in evidenza l’importanza della funzione centrale delle assicurazioni. Da più parti era già emersa la riscoperta, spesso tardiva, di questo tema per l’economia e per la società, ma questa volta è arrivata una conferma davvero forte.

La copertina dell’edizione luglio-agosto di “Wired”, il magazine di riferimento mondiale che da decenni racconta l’innovazione, le tecnologie, ma anche le nuove culture e le nuove tendenze, è dedicata proprio alle assicurazioni. In particolare ad una storia che suona incredibile, se non fosse vera. In pratica quasi un anno e mezzo fa, quando la parola pandemia era quasi riservata alle serie tv di fantascienza, un giovane virologo, esperto in virus altamente letali in Africa, Nathan Wolfe, iniziò a pensare agli effetti devastanti sull’economia prodotti da una pandemia. Lui è uno scienziato: questo è ancora più interessante.

Come scienziato, proprio perché non è focalizzato sulle logiche del profitto, ha pensato ad un binomio strategico: pandemia e assicurazioni. Cioè: come proteggere l’economia mondiale, quindi i lavoratori, le aziende, le famiglie… da una pandemia? La risposta – cercata – è stata appunto nel mondo assicurativo.

La risposta – in pratica trovata – l’ha fornita una delle principali compagnie di ri-assicurazione. L’incontro tra scienza e assicurazioni ha richiesto molta creatività, da entrambe le parti. La matematica è stata fondamentale per individuare le numerose sfaccettature e le variabili per definire una polizza contro una pandemia. Ma alla fine c’è stato un risultato.

Però… non c’è stato il risultato sperato. La risposta dell’epidemiologo Wolfe alla domanda centrale del giornalista di Wired, ovvero: quanti hanno comprato questa polizza, è stata lapidaria: “Nessuno ha comprato la polizza”.

Da questo si evince la carenza di una cultura del rischio che, su scala molto più ridotta ovviamente, PCA sta divulgando da trent’anni nel tessuto aziendale ed economico italiano. È anche la carenza di una proiezione al futuro che mostri come, in un mondo sempre più interconnesso, anche il rischio è globale e non esistono “isole felici” al riparo da una pandemia.

Serve anche reattività e capacità di trovare soluzioni, anche quando apparentemente sembrano non ce ne siano – ad esempio PCA a marzo ha lanciato una polizza per proteggere i dipendenti delle aziende contagiati dal COVID-19.

Almeno una conquista è stata fatta: le assicurazioni sono state riconosciute come alleate e partner per la sicurezza e sopravvivenza, sia delle aziende e che delle persone. Ora che la nuova strada è tracciata, bisogna percorrerla con intelligenza ed innovazione. PCA è pronta e vi aspetta!

 

Possiamo individuare tanti modi in cui la nostra consulenza ed esperienza trentennale di broker assicurativo può proteggere e far crescere la vostra azienda: per iniziare, i nostri esperti sono a vostra disposizione compilando la form qui di seguito.

Se invece volete scoprire la nostra storia di innovazione e assistenza su misura del Cliente, vi invitiamo consultare la nostra presentazione: scaricate qui  

Seguite anche il nostro profilo Twitter per seguire le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione e la lettura!

    Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e presto il consenso al trattamento dei dati*

    Categorie
    Archivio
    2020 (87)
    2019 (101)
    2018 (73)
    2017 (6)