Agricoltura: le aziende scelgono di proteggersi

IN TEMPI DI CRISI, L’AGRICOLTURA SCEGLIE LA SICUREZZA

 

Il messaggio chiave del “Rapporto sulla gestione del rischio nella percezione delle grandi aziende agricole assicurate”, basato su una indagine condotta da ISMEA su un panel di 500 operatori con valori assicurati superiori a 300.000 euro, evidenzia la consapevolezza tra gli operatori del settore agricolo dell’importanza di adottare strumenti e strategie di prevenzione dei rischi, sia climatici sia economico-finanziari.

È un segnale confortante in questo scenario di crisi mondiale: l’agricoltura resta un settore di rifugio soprattutto quando industria e servizi sono sotto attacco e vanno incontro a significative perdite in termini sia di risultati, sia di risorse umane e tecnologiche.

In questo, si evidenzia la centralità riconosciuta allo strumento della polizza assicurativa agevolata, a copertura delle perdite di produzione causate da eventi atmosferici avversi:

  • Il contributo pubblico, fino al 70% sul premio, rappresenta un importante incentivo, ma un’eventuale riduzione del sostegno non porterebbe all’abbandono dello strumento per una buona metà delle aziende del campione.
  • Questi risultati evidenziano una diffusa cultura della prevenzione tra gli intervistati, con una minima quota (intorno al 10%) di aziende mosse da un atteggiamento di carattere opportunistico.
  • Un’azienda su quattro individua nella semplificazione e nella trasparenza dei contratti assicurativi gli elementi cruciali per incrementare il ricorso alle assicurazioni agricole agevolate.
  • In relazione agli strumenti innovativi, emerge, tra i pochi che hanno dichiarato di conoscerle, una prevalente diffidenza verso le polizze parametriche, che per il calcolo dell’indennizzo fanno riferimento a un indice predeterminato.
  • La polizza ricavo, a copertura anche del rischio prezzo, seppure ancora poco diffusa, mostra un elevato potenziale di sviluppo, catalizzando le attenzioni degli agricoltori soprattutto nei settori più esposti al fenomeno della volatilità dei prezzi.

È rilevante anche il consenso sull’ipotesi di introdurre, con la riforma della Politica agricola comune, una copertura obbligatoria contro gli eventi catastrofali (gelo, siccità e alluvione) a garanzia di tutte le aziende agricole italiane, fenomeni meno frequenti della grandine o dell’eccesso di pioggia, ma con potenziali di danno molto elevati.

 

PCA supporta il proprio Cliente nella valutazione del rischio ambientale correlato all’esercizio della propria attività, tramite un approfondito checkup ed una consulenza analitica, che consente di raggiungere una corretta consapevolezza e trasferire eventualmente il rischio attraverso la stipula di un’assicurazione tailor-made.

Per scoprire la nostra storia di innovazione e assistenza su misura del Cliente, vi invitiamo a consultare la nostra presentazione: link di download

Siamo sempre a vostra disposizione per una valutazione preventiva del rischio della vostra azienda: basta solo contattarci.

Vi invitiamo a seguire anche il nostro profilo Twitter per seguire le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione!

Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e presto il consenso al trattamento dei dati*