A Oil&NonOil, per vincere le nuove sfide della filiera dei carburanti

Oil&NonOil - PCA Consultative Broker

Rimettere in movimento il sistema economico e il Paese puntando sulla mobilità, i trasporti merci e la filiera dei carburanti: per contribuire al successo di questo obiettivo fondamentale, PCA conferma la sua presenza alla quindicesima edizione di Oil&NonOil, a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre (Stand F6.1), la più importante manifestazione in Italia per la filiera distributiva dei carburanti liquidi e gassosi, dal deposito al serbatoio.

Questa è la grande sfida. Ma c’è anche la sfida nella sfida: la massima tutela di aziende espositrici e operatori, con il quartiere fieristico di Verona che ha aggiornato e potenziato le già rigide procedure di prevenzione. Gli ingressi, i padiglioni e le aree esterne della fiera sono stati ridisegnati alla luce del nuovo protocollo “safebusiness”, concordato e validato da un concerto di istituzioni e stakeholder coinvolti in questo evento.

UNO SCENARIO DIFFICILE, MA RICCO DI OPPORTUNITA’

Secondo le federazioni dei gestori, i prossimi mesi saranno decisivi per affrontare questioni come la razionalizzazione della rete, la lotta all’illegalità, la digitalizzazione, la transizione verde e la fiscalità.

  • La pandemia di coronavirus ha avuto un forte impatto sull’economia e la filiera dei carburanti non fa eccezione. La ripresa delle attività economiche su scala nazionale lo scorso 4 maggio e la riapertura delle scuole il 14 settembre hanno contribuito al graduale ritorno alla normalità, confermando tuttavia il 2020 come un anno critico, ma anche come un’occasione per ripensare l’organizzazione del settore, alle prese con un calo drastico dei consumi, stimato nel 15% quest’anno rispetto al 2019. Il settore deve affrontare una serie di sfide che la pandemia di coronavirus ha reso ancora più evidenti, come la razionalizzazione della rete, la lotta all’illegalità, la digitalizzazione e l’introduzione di carburanti a basso impatto ambientale in linea con gli obiettivi di decarbonizzazione.
  • La filiera della distribuzione petrolifera inoltre sta facendo i conti con un mutamento delle fonti di approvvigionamento che vanno dal gas nelle sue varie forme (CNG, bio-CNG, LNG e bio-LNG) ai nuovi carburanti a basso impatto ambientale, come il biodiesel e l’elettrico. Il passaggio verso nuove fonti è alla base del Green Deal per la transizione verde dell’Unione europea, che prevede la neutralità carbonica nei trasporti entro il 2050.
  • In questo contesto, un altro test importante per il 2021 è anche la fiscalità, un tema ricorrente nell’ambito dei carburanti. I dati di Unione petrolifera mostrano come a causa delle accise, i consumatori italiani, sia privati che commerciali, paghino un prezzo più alto per i prodotti petroliferi di uso più comune pari a circa 4 miliardi di euro in più rispetto alla media europea. Al vaglio delle autorità vi è il taglio ai sussidi ambientalmente dannosi che potrebbe portare a un ulteriore rialzo dell’accisa sul gasolio, che ora gode di un’agevolazione.

 

“CONVENZIONE IN RETE”:

L’INNOVATIVA SOLUZIONE DI PCA PER DEPOSITI E DISTRIBUTORI DI CARBURANTE

Il settore dei distributori di carburante è caratterizzato da un’estrema variabilità e complessità di rapporti tra titolari degli impianti stessi e titolari delle aziende che costituiscono i servizi, e da un certo grado di varietà di struttura societaria alla base delle stesse aziende. In Italia, infatti, dove le stazioni di servizio sono stimate essere poco più di 33.000 ed in cui lavorano circa 100.000 addetti, il settore si presenta con una notevole parcellizzazione degli impianti, con una diffusione di impianti di piccole dimensioni e frequentemente a conduzione familiare o da parte di un ristretto numero di soci.

In occasione di Oil&NonOil PCA presenta il suo nuovo prodotto: “Convenzione in Rete”, la copertura assicurativa studiata in partnership con le principali compagnie che operano in questo settore e rivolta a fornire coperture assicurative su misura per:

– Trasporto, movimentazione e distribuzione di prodotti petroliferi, metano, gas e biometanolo

– Stazioni di servizio anche comprensive di servizi annessi (autolavaggio, officine …)

– Depositi petroliferi e/o serbatoi di stoccaggio

Vi invitiamo a leggere i prossimi articoli per maggior informazioni e approfondimenti su “Convenzione in Rete”.

UNA VISIONE STRATEGICA ED INTEGRATA

PCA è tra i più importanti Consultative Broker perché da oltre 30 anni unisce la ricerca dei prodotti assicurativi più avanzati con il continuo aggiornamento strategico, per elaborare piani di protezione ma anche di sviluppo per guadagnare un valore aggiunto capace di fare la differenza. Tutto ciò su misura delle specifiche realtà – come raggiunto con “Convenzione in Rete” per la filiera dei carburanti.

 

Per approfondire i modi con cui proteggere e promuovere il proprio business sul tutta la filiera del settore petrolifero, il nostro head of Davide Lupi, responsabile “convenzione in rete”,  è a vostra disposizione: davide.lupi@pcabroker.com e https://www.pcabroker.com/convenzione-in-rete/

Per conoscere in dettaglio la nostra consulenza strategica e i nostri servizi innovativi, vi invitiamo a consultare la nostra presentazione.

Vi invitiamo a seguire anche il nostro profilo Twitter per seguire le innovazioni e i trend di sviluppo per il mercato delle assicurazioni.

Grazie per l’attenzione e la lettura!

TICKET

Scarica il tuo biglietto per la Fiera Oil&NonOil 2020 al seguente link:

    Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e presto il consenso al trattamento dei dati*

    Categorie
    Archivio
    2020 (78)
    2019 (101)
    2018 (73)
    2017 (6)